Pelle al sole. Come proteggerla?

Che si chiami Hannibal, Caronte o Circe il gran caldo è ormai arrivato e c’è voglia di gite al mare fuori porta, piscine outdoor e tintarella. Concedersi una pelle dorata e godersi appieno il sole è una prerogativa di questo periodo, l’importante è proteggerla nel modo corretto. Esporsi senza protezione è davvero pericoloso, oltre l’insorgere di scottature ed eritemi, può causare patologie ben più gravi; proprio per questo è necessario scegliere la crema solare in base al nostro fototipo e alla tipologia della pelle.

Get-Rid-of-Tanned-SkinFoto: suntan.com

La pelle del viso è più delicata e sensibile rispetto a quella del corpo, per questo necessita di attenzioni più specifiche, anche sotto il sole. Rughe precoci, macchie scure, iper pigmentazione: questi i segni che il sole lascia sulla nostra pelle se non ci proteggiamo adeguatamente. In particolare è la pelle del viso quella più esposta a questi rischi in quanto più delicata, più sensibile e sottoposta quotidianamente agli effetti dei raggi UVA e UVB, anche in città!

670px-Get-a-Good-Tan-Without-Getting-Sunburned-Step-3©wikiHow

Il sole non ci è nemico qualora impariamo a trarne i vantaggi minimizzando gli effetti negativi. Come? Innanzitutto assumendo vitamine e betacarotene che preparano la pelle all’abbronzatura, poi cercando di evitare le ore più calde per esporsi (dalle 13 alle 16), bere sempre tanta acqua per combattere la disidratazione e, non da ultimo, scegliendo delle buone creme solari, specifiche per la pelle del viso e del corpo, capaci di proteggerci dai raggi UVA e UVB e, al tempo stesso, di favorire una tintarella uniforme e graduale.

tanning-tips-best-food-tan-coverFoto: swide.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.